CENTRO CIVICO TRAVACÓ SICCOMARIO

Strategia insediativa

Il Comune di Travacò Siccomario definisce i propri limiti all’interno del paesaggio di pianura che lo circonda. In generale, la costruzione di aggregati urbani, nella campagna pavese, non può essere letta senza considerare il rapporto naturale che lega i manufatti allo spazio aperto. L’aggregazione dei fabbricati urbani lungo la strada principale, e l’espansione del costruito lungo assi trasversali ad essa, forma per propria natura un nucleo compatto ben distinto dalla pianura. L’area di progetto per il Nuovo Centro Civico Integrato di Travacò Siccomario è posta esattamente sul perimetro dell’area edificata occupata dal Comune, in una posizione privilegiata alla conslusione dell’asse principale cittadino. La definizione precisa dei limiti urbani è interrotta nell’area di progetto, dove, proprio per mancanza di limiti definiti, il paesaggio di pianura entra con forza all’interno del paesaggio urbano, diventandone lo sfondo. Questo è un valore: lo spazio urbano della strada pedonale e del parco giochi, e in generale, lo spazio urbano cittadino, si apre verso l’elemento naturale.

La costruzione del nuovo Centro Civico Integrato di Travacò Siccomario è l’occasione per la riorganizzazione spaziale di tutta l’area conclusiva dell’asse viario principale del Comune. La nostra proposta progettuale mira a riqualificare tutta l’area confermando e rafforzando le qualità esistenti; in particolare la diretta relazione con il paesaggio di pianura. Questa scelta porta a riconsiderare come centrale lo spazio vuoto tra il nuovo edificio e l’area pedonale esistente. Questo spazio non dovrà essere separato nè visivamente nè funzionalmente dal centro storico consolidato, ma dovrà essere parte dell’intero sistema centrale.

Per questa ragione la strategia insediativa segue alcuni precisi principi:

• Ridurre al minimo i parcheggi interposti tra nuovo edificio e centro storico

• Spostare parte dei parcheggi richiesti sul limite Nord dell’area (in prossimità di quelli esistenti)

• Creazione di un grande giardino urbano e parco giochi, come ‘nucleo verde’ del futuro Comune di Travacò Siccomario, sfruttando l’area lasciata libera dai parcheggi

•Il nuovo giardino urbano sarà la vera piazza pubblica del Comune: una piazza in grado di collegare il nuovo centro civico al centro storico esistente, e in grado di accogliere la vita quotidiana cittadina come un nuovo nucleo vivo.

Al fine di rafforzare la strategia insediativa definita, il nuovo edificio punta a:

• Sviluppare i corpi di fabbrica ‘linearmente’, attraverso la creazione di tre edifici a stecca paralleli in grado di sfruttare lo longitudinalità del sistema

• Ridurre al minimo il consumo di suolo, al fine di creare ‘corridoi verdi’ che collegano il nuovo parco cittadino al paesaggio di pianura

• Sospendere l’edificio centrale dei tre e liberare l’attacco al suolo, per la creazione di una galleria coperta di accesso a tutte le funzioni

• Svuotamento della parte alta dell’edificio centrale per permettere alla luce naturale di illuminare completamente lo spazio della galleria di ingresso

ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELL’INTERVENTO

Il nuovo Centro Civico Integrato è un edificio progettato con la massima attenzione al rapporto con il paese esistente e con la natura. Gli spazi di ingresso a tutte le diverse funzioni saranno dalla galleria centrale, vero cuore del nuovo edificio: questo spazio rappresenta l’atrio del nuovo edificio pubblico e la sua conformazione spaziale è definita dal rapporto visivo e diretto con l’asse cittadino che collega il centro storico e il nuovo parco. Questo spazio rafforza il proprio legame con gli spazi naturali aprendosi, inoltre, verso la pianura a Nord e verso il cielo. Dalla nuova Galleria si accede a tutte le funzioni del Centro Civico. Anche lo sviluppo per Fasi è reso semplice dalla creazione di un asse centrale coperto (Galleria).

UN INSIEME DI SPAZI COLLEGATI E TRASPARENTI

Il nuovo edificio è composto da un insieme di tre edifici costruibili per fasi distinte. I tre edifici sono schematizzabili come tre edifici a stecca posizionati parallelamente. L’accorpamento dei tre edifici permette di occupare meno suolo, liberando le parti esterne dell’area di progetto per la creazione di ‘corridoi verdi’ in grado di portare all’interno del paese il paesaggio naturale della pianura.

UN EDIFICIO RAPPRESENTATIVO

Pur essendo composto di tre differenti corpi di fabbrica, l’edificio del Centro Civico Integrato ha l’immagine di un unico edificio pubblico. La forza della composizione per blocchi, oltre che diminuire di molto i costi di costruzione rispetto alla costruzione di tre edifici separati (diminuiscono molto i mq di facciate e i tratti di distanza degli impianti), ha il valore di ridurre l’impatto di scala dell’intero complesso nei confronti degli edifici esistenti.

SISTEMA COSTRUTTIVO E TECNOLOGIA COSTRUTTIVA

La struttura interna dell’edificio è organizzata attraverso la costruzione di scatole resistenti in cemento armato portante. Questi volumi scatolari accolgono le diverse funzioni, mentre lo spazio esterno a tali scatole è costituito dal tessuto connettivo della distribuzione interna. Un involucro edilizio in lamiera di alluminio forata e pressopiegata disegna le facciate, con il doppio ruolo di rendere suggestivo il nuovo edificio pubblico moltiplicandone i riflessi e le trasparenze, anche attraverso le differenze di ‘passo’ degli elementi, e di filtrare la luce naturale per garantire il massimo comfort. Infatti, la modulazione dell’elemento verticale di lamiera di alluminio è stata studiata per avere la massima efficacia nel controllo solare: la diversa larghezza degli spazi vuoti tra un elemento e l’altro è definita in base al controllo solare richiesto dalla funzione interna. Questi Brise Soleil verticali sono efficaci nelle facciate esposte a Est e Ovest, dove sono posizionate le funzioni principali del complesso. Mentre a Sud, dove sono posizionati gli atri di ingresso e le scale, gli elementi verticali lasciano filtrare la luce direttamente, offrendo spazi di grande suggestione.

UN INSIEME DI SPAZI COLLEGATI E TRASPARENTI

La luce naturale ha un ruolo fondamentale nella costruzione del nuovo Centro Civico Integrato. Gli spazi pervasi dalla luce, e lo stretto rapporto con il paesaggio, sono gli elementi fondativi dell’intero progetto. Insieme a questi, massima attenzione è stata posta alla ricerca della completa trasparenza interna (sia verticalmente che orizzontalmente nei diversi piani). Il senso di trasparenza che invade l’intero edificio serve da contrappunto all’immagine esterna dell’edificio, fondata sull’accostamento di volumi definiti, mentre rafforza la dimensione prettamente pubblica dell’intero complesso. Il nuovo Centro Civico Integrato non dovrebbe rinunciare ai valori di rappresentatività che ogni edificio pubblico dovrebbe avere. I valori della Costruzione Civile di spazi per la vita dell’uomo trova nell’edificio dell’Istituzione la migliore sintesi.

C005-Vista1NEB

04bb

C005-SK

Programma: Centro Civico con Auditorium, Biblioteca e Uffici Comunali

Servizi: Concorso di Progettazione

Cliente: Comune di Travacò Siccomario (PV)

Luogo: Travacò Siccomario (PV), Italia

Superficie: 330 mq

Credits / Copyright: PLANAIR®, Cesare Galligani

Design Team: arch. Cesare Galligani, arch. Danilo Monzani

Progetto: 2013

Annunci